Come i velieri…

Non essere come quelle navi che arrugginiscono nel porto,
per paura che le correnti troppo forti non le portino lontano.
Per questo non vogliono mai rischiare una vela in mare aperto…

Non essere come quelle navi che dimenticano di partire.
Hanno paura del mare a forza di invecchiare…
e le onde non le hanno mai travolte.
Il loro viaggio è terminato prima di iniziare…

Non essere come quelle navi talmente incatenate
da crearsi l’illusione di sapere come liberarsi…
Conosco delle navi che restano a ondeggiare nel porto
per essere veramente sicure di non essere rovesciate dalle onde.

Sii come quelle navi che non hanno mai finito
di ripartire di nuovo ogni giorno della loro vita…
E non temono di lanciarsi in avanti, fianco a fianco
con il rischio di affondare…

Sii come quelle navi che ritornano al porto lacerate
da tutte le parti, ma più esperte e più forti che mai…
Conosco delle navi strapiene di sole dopo aver condiviso
degli anni di meraviglie…

Sii come quelle navi che ritornano sempre dopo aver navigato,
fino al loro ultimo giorno…
Sempre pronte a spiegare le loro ali di giganti
poiché hanno il cuore grande come l’oceano…

(Libero adattamento di una canzone di Jaques Brel)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...