… perché leggere romanzi fantasy?

… ogni tanto chi legge questo tipo di romanzi si trova a rispondere a domande simili a questa… certo da quando il grande schermo ha “sdoganato” Il Signore degli Anelli ed Harry Potter si sembra sempre meno dei “nerd” se si legge un romanzo del genere “sword and sorceryMA la risposta non sta certo negli incassi miliardari ai botteghini o negli effetti speciali (almeno non per i “vecchi lettori” intendo)…

E quindi perché si legge di guerrieri, maghi, maledizioni e tutti il fantastico contorno che c’è assieme a loro nei romanzi fantasy? Parte della mia personale spiegazione l’avevo già accennata in un altro post [Che cosa volevo?] ma questo non è tutto… o almeno non spiega perché con tutta la grande produzione fantasy mondiale io sia ancora dietro a rileggere periodicamente di Conan il barbaro e di Kull di Valusia [scritti da Robert E. Howard], storie carine certo ma che per tanti versi non raggiungono certo vertici di “eccellenza” come quelli de “Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco” di George R.R. Martin né de “Il Ciclo della Ruota del Tempo” del fu Robert Jordan.

Mi son ritrovato a rileggere un libro di raccolte di racconti di Howard e nella prefazione c’era questa frase in cui lui spiegava i suoi personaggi: “Sono più semplici. Li metti nei guai e nessuno si aspetta che tu ti arrovelli il cervello per trovare un modo intelligente per tirarli fuori. Sono semplicemente troppo stupidi per fare qualcosa che non sia accoltellare, sparare o scazzottare.

Alla definizione di Howard possiamo tranquillamente affiancare un’altra spiegazione data da Sprague De Camp, anche lui grande scrittore a mio modestissimo parere, che spiega così il mondo della “sword and sorcery“: “(…) racconti di fantasie avventurose (…) in cui tutti gli uomini sono forti, tutte le donne belle, tutti i problemi semplici e la vita tutta un’avventura.” Forse il buon De Camp risulta un po’ semplistico nella sua spiegazione MA in fondo in fondo, sotto a tutto il resto, sotto a tutti i ragionamenti consci e a tutte le piccole bugie che ci raccontiamo… DIAMINE HA RAGIONE!!!

I vari personaggi dei mondi fantastici di cui leggiamo ed in cui ci perdiamo sono guerrieri ed avventurieri che nel corso delle loro avventure e con il passare del tempo arrivano ad essere considerati leggende e divinità, sopravvivono nei racconti mormorati attorno al fuoco e negli antichi tomi polverosi dimenticati sugli scaffali di qualche biblioteca… fino a che qualcuno non li fa riaffiorare alla memoria ed a nuova vita attraverso il racconto delle loro gesta…

… ed ai nostri giorno loro sono ancora qui con noi nel nostro mondo… sia che siano personaggi di fantasia sia che abbiano un collegamento con il reale e con la storia passata…

Perché in fondo a tutti noi c’è un barbaro, uno spadaccino, un corsaro e perché no un re!

…e voi perché leggete romanzi fantasy???

2 thoughts on “… perché leggere romanzi fantasy?

  1. Si, direi proprio che le cose stanno così. ma non credo che i personaggi siano tutti “semplici”, pensa soltanto alle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco. Lannister a parte, e nemmeno tutti, non si capisce bene chi siano i veri cattivi e perchè… Io penso che, di base, si tratta di una narrativa che racconta di cose “pure”, del conflitto Bene/Male, pur colorato e complicato da mille sfumature, ma sempre di un conflitto dove qualcuno deve perdere e non “pareggiare”, se mi passi la metafora, come in tanti film e romanzi moderni dove lo scopo dell’Uomo è quello di sopravvivere, non di UberVivere come nei romanzi fantasy. Nella fantasy il Cattivo vuole a) il dominio del mondo (muahahahaha), b) lo sterminio di X popolazioni, c) risvegliare un demone d) una gemma particolare che gli consenta di c) per conseguire a) e, incidentalmente, e) ingropparsi qualche principessa per dare un minimo di legalità alle sue pretese.

    Di contro, solitamente, l’Eroe combatte il Cattivo per evitare che raggiunga a), risveglia involontariamente c) e lo ammazza incappando casualmente in d). Pur tentato di tenere questo immenso valore, lo distrugge pensando a b) anche perchè sta già pensando di e) che ha appena liberato.

    Amo la fantasy, ma ancora di più quella di Pratchett.

    :)

    1. … a parte un sentito e obbligatorio GRAZIE per essere uno dei pochi che si legge il post e commenta qui invece che su FB tengo però a precisare che ho “volutamente” ristretto il raggio del fantasy che consideravo al genere “sword and sorcery”.
      Sono assolutamente d’accordo con te che, ad esempio, ne “Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco” il giudizio del lettore può mutare in maniera sostanziale con il passare del tempo… adoro tutt’ora un particolare personaggio Lannister nonostante loro siano sostanzialmente dipinti come “i cattivi”…
      Ma per depurarmi ogni tanto e per non pensare troppo (e per non rischiare di lanciare il libro fuori dalla finestra in determinati punti – riferimento sempre ad ASOIAF in occasione di un “certo matrimonio”) ritiro fuori i buoni vecchi classici! :-p

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...