De facebookitate…

Eccomi qui di nuovo… e motivato da una “prova tecnica di dibattito” con un altro blog. Ok in realtà non proprio con un altro blog in generale ma con il blog di un amico. Il fatto che io sia più grosso, più forte, più giovane e che lui sia sprovvisto di armi da fuoco mi da buone speranze di far volgere a mio favore qualsiasi discussione dovesse nascere da questo post e accidentalmente trascendere i “limiti della decenza”.

Premesso questo vediamo un po’ che scrive il buon Capitan Costina… ecco in effetti scrive che Facebook ci ha impigriti tutti, non c’è più la voglia di cercare le cose da pubblicare, da mandare agli amici, la voglia di mandarsi una mail o di provare a sbattersi per fare una cosa carina su un “sito web” anche solo per dire <Ti passo le foto delle vacanze…>. In effetti ai tempi che furono chi aveva voglia di provare a cimentarsi in un sito web aveva varie possibilità, non ultima delle quali prendere ed imparare a scrivere un paio di righe in HTML [Ombrediruolo] e sbattere tutto su uno spazio free… poi pian piano ci si evolveva, si aggiungeva il javascript, due righe di PHP, una form o due per i contatti con il pubblico… robetta… poi sono arrivati i blog ma anche lì c’era da “lavorare” un pochino… poi le piattaforme di blog già “all included” [vedi Blogpost e WordPress].

Ma perché uno dovrebbe prendere e sbattersi a cercare qualcosa da postare, scrivere, dire se poi nessuno vede quello che fai. scrivi e dici?

Ecco che si scopre dunque l’acqua calda… Facebook! Una piattaforma “ALL INCLUDED” che oltre che eliminare la necessità di qualsiasi requisito di tipo tecnico elimina anche la necessità di qualsiasi “sbattimento” per pubblicizzarsi… sì perché con i numeri di visitatori che ci sono su FB prima o poi, anche solo per caso la gente sulle vaccate che pubblichi ci finisce… e magari le pubblica… e così le leggono altre persone che a loro volta… e parte il ciclo infinito del cliccare sul tastino “Share” di Facebook…

Quindi a che pro Facebook rispetto che una qualsiasi piattaforma di blog o di un host libero? Perché è facile, perché la gente non ha voglia di sbattersi e perché la gente ha voglia di essere letta e commentata.

Chiariamoci uno scrive in prima battuta per se stesso MA è come uno scrittore scrive un racconto e lo chiude nel cassetto… chi lo legge? Lo scrittore stesso, magari un paio di amici dello scrittore ma il tutto finisce lì… e dopo un po’ di “accumulo di carta” chiunque si stufa…

Ecco la vera scoperta dell’acqua calda… l’essere notati, letti, pubblicati e via così…

Poi c’è chi esagera… chi scrive ogni 5 minuti della propria giornata, chi pubblica solo “amoreAMOREamore” e chi invece dall’altra parte farebbe bene a fare una telefonata al “telefono amico” per l’estrema allegria di quello che pubblica… e per pigrizia non si va a fare “pulizia tra gli amici” o a “regolare le impostazioni di visualizzazione” (possiamo infatti o bloccare determinate persona o addirittura scegliere se FB debba farci vedere più o meno contenuti di certe persone… quindi la base di tutto è LA PIGRIZIA.

Non c’è più la voglia di sbattersi, di scoprire, di girare, di “sporcarsi le mani“… siamo sempre più figli dell'”ALL INCLUSIVE” a tutti i livelli: nella vita, in vacanza, su internet, …

MMMmmm ho scritto tutta questa manfrinata un po’ di getto… ora vediamo che ne esce…

LINK

6 thoughts on “De facebookitate…

  1. Ottimo post.
    Il ragionamento non fa una piega.
    Però, dicendo così, sembra quasi che i blog siano stati solo un passaggio verso Facebook (e rabbrividisco se penso al prossimo passo…), la qual cosa non è necessariamente vera!
    Il mio blog, che conta 2 lettori e mezzo, pur non essendo il massimo, rimane il MIO spazio… su facebook invece i confini personali sono ormai fusi, è un gran calderone nel quale si butta caxxate a non finire.
    Mi piace pensare di poter cambiare i colori, l’impaginazione, i vari cazzilli sulla mia pagina quando ne ho voglia…
    Troppo sbattimento? Sono rimasto in minoranza?

    1. Sei rimasto in minoranza… anzi SIAMO rimasti in minoranza…
      FB è stata un’idea geniale che ha portato praticamente TUTTI a farsi un profilo, scrivere, condividere minchiate e roba così (ok ha anche lati positivi sia chiaro). Ed il bello è che lo permette con uno sbattimento nullo… e poi è di moda.
      Prova a pensare a quanti sono gli utenti di FB rispetto a quelli di tutti i vari wordpress/blogspot/myspace messi assieme…
      Vai a vedere quanti “bimbiminchia” o simili ci sono su FB… probabilmente con MySpace si sarebbero anche fatti l’account, ci avrebbero giocato un po’ ma dopo un po’ si sarebbero stufati perché se li cagavano solo i “4 amici al bar”…
      I blog stessi sono stati l’evoluzione dei siti web “autocostruiti”… in fondo perché usare una piattaforma di blog alla wordpress o blogpost se non per “pigrizia” di non prendere e sbattersi a creare un sito, imparare il codice, tenere aggiornati i plugin e via così?

      I blog sono e rimarranno una nicchia dove chi ha voglia di “dare di più” potrà farlo… speriamo di farlo ancora per molto :-p

  2. considerando che il faccialibro mi ha decisamente sgrattugiato via le ovaie,resto convinta sostenitrice del vecchio sistema “penna e calamaio”,e di tutti i mille e mille modi che ancora abbiamo per esprimere un briciolo della nostra personalità!
    E’ridicolo a 30 anni e più (mi mantengo su una soglia bassa) comunicare se stessi e i propri pensieri condividendo immagini e link postati da altri..
    ..com’è possibile essere il riflesso degli stati d’animo di qualcun altro? :neutral:
    ..che cosa squallida..
    E il tutto perchè “a noi ce piace de esse letti”?
    ..ennessima conferma che prevale sempre l’apparire all’essere…

  3. è interessante osservare come un social network possa essere tanto un’occasione per fare successo, per trovarsi, quanto per perdersi.

    Alienante non è dunque l’oggetto in sè, ma la funzione che affidiamo a quell’oggetto.

    Interessamte post il tuo :) Spero avrai tempo di ricambiare la visita su Vongole & Merluzzi dove parliamo dei social network raccontando una storia di fuga ^^

    http://vongolemerluzzi.wordpress.com/2011/03/15/facetrix-revolution/

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...