Nollaig Shona Duit 2010!!!

Nollaig Shona Duit!!!

(… Buon Natale in gaelico…)

Perfetto ora che ho portato a termine la parte “auguri di Natale” istituzionali posso passare alla parte che preferisco… ovvero la parte dove tiro fuori dal cilindro (o dal casco visto che i vari Babbo Natale qui in giro sono tutti motociclisti) varie ed eventuali citazioni come “regalo” per un po’ tutti…

Innanzitutto ricordiamo la famosissima LEGGE DELLE 3 L:

Live well
Love much
Laugh often

Se si riuscisse a fare già solo questo sarebbe un gran bel passo in avanti… quindi bando alle ciance e lasciatevi alle spalle (almeno per questi pochi giorni) tutti i casini che avete o immaginate di avere e… godetevela! Tanto in buona approssimazione non potrete farci niente lo stesso quindi non vale affatto la pena preoccuparsi no? E se invece potete farci qualcosa allora riuscirete a metterci una pezza di sicuro…

Poi se proprio non potete fare a meno di preoccuparvi bhé almeno vale la pena seguire una regola di condotta testata quando vi relazionate con altre persone (superiori, inferiori, parigrado, uomini, donne, scimpanzé, organismi unicellulari o eroi mascherati che siano):

“La frase “noi (io) (tu) (voi) dobbiamo (devo) (devi) (dovete) assolutamente…” indica qualcosa che non e’ necessario fare. “E’ superfluo dirlo” e’ un segnale rosso. “Naturalmente” significa che faresti bene a controllare personalmente. Queste frasi fatte spicciole e molte altre simili, quando vengono lette correttamente, sono indicazioni attendibili.” [Robert A. Heinlein]

Tra di voi c’è sicuramente anche la categoria di persone convinte che il mondo si stia organizzando contro di loro… gente che possiede un pessimismo talmente cosmico che a confronto Leopardi poteva sembrare un comico di Zelig… gente che la guardi in faccia e ti rendi conto che “Hey ma non sto così male in fondo!”. Ad ogni modo questa citazione è dedicata a loro:

“Flying is learning how to throw yourself at the ground and miss.” [Douglas Adams]

Però magari tra di voi ci saranno anche dei folli, incapaci di capire come gira il mondo (o che l’hanno perfettamente capito ma vogliono provare a cambiarlo lo stesso), folli sognatori, filosofi dell’ “AKUNA MATATA”, guru del godersi la vita così come arriva, persone che non iniziano a pensare che le cose non possano essere fatte perché nessuno le ha mai fatte e allora si rimboccano le maniche della camicia, infilano la cravatta nel taschino e ci provano… bhé questa è per loro:

You see things; and you say, ‘Why?’ But I dream things that never were; and I say, ‘Why not?’.” [George Bernard Shaw]

Ma proseguiamo senza indugi verso la fine (tanto agognata da chi è arrivato fino a qui)… il citazionone finale:

The only people for me are the mad ones,
the ones who are mad to live,
mad to talk, mad to be saved,
desirous of everything at the same time,
the ones who never yawn or say a commonplace thing,
but burn, burn, burn like fabulous yellow roman candles
exploding like spiders across the stars
[Jack Kerouac]

… e con questo ho (quasi) decisamente e definitivamente chiuso… ci si vede dopo Natale (e come al solito occhio a panettone, pandoro, mascarpone, zampone con lenticchie, cappone e chi più ne ha più ne metta) !!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...